• ediz_2018
  • sl1
  • sl2
  • sl3
  • sl4
  • sl5
  • sl6
  • sl7
  • sl8
  • sl9
  • sl10
  • sl16
  • sl11
  • sl12
  • sl13
  • sl14
  • sl15

Bibliodramma

Donne forti e strani eroi - IL LIBRO DEI GIUDICI - Effettobibbia 2018

 

martedì 10 aprile ore 20,30 - Grumello del Monte (BG), Sala S. Chiara*

venerdì 20 aprile ore 20,30 - Bergamo, Domus Praedicationis - Monastero Matris Domini*

ISCRIZIONI CHIUSE / POSTI ESAURITI

 

OMBRE DI RUGIADA

Incontro biblico-esperienziale sulla figura di Gedeone

con la metodologia del bibliodramma

a cura di Giulio Caio e Manuel Rossi

 

Premessa

A Gedeone è dedicato nella Bibbia un complesso di narrazioni piuttosto ampio: si tratta di affrontare, infatti, i capitoli da 6 a 9 dei Giudici, comprendenti diversi racconti che rinviano a varie fonti, a tradizioni distinte, che si sono abbastanza amalgamate nel tempo. Alla figura di Gedeone è comunemente riconosciuta una nota di esemplarità in quanto “liberatore”: il nostro eroe negli episodi sviluppati si trova a fare i conti con una molteplicità di contraddizioni e problematiche profonde che attraversano la coscienza identitaria di un popolo in crisi. Sono aspetti che trovano echi profondi anche nei mutamenti della società moderna e sollecitano la ricerca di autenticità. E’ interessante mettere in scena i drammi interiori di chi coglie rischi e opportunità presenti in un cambio di civiltà.

Obiettivi generali

Si tratta di favorire l’esplorazione del testo dei Giudici nel contesto della cultura ebraica, rintracciando alcune risonanze con la contemporaneità e le nuove chiamate a responsabilità. L’ipotesi è quella di approfondire la figura di Gedeone, “il pauroso?”, a partire dal tema delle ombre personali e collettive, nel gioco delle oscurità e contraddizioni legate a problemi di identità, violenza, minacce migratorie, conformismo e ricerca di autenticità.

Temi rintracciabili nelle vicende di Gedeone

  • Paure e idolatrie di ieri e di oggi (discernimento e coraggio di Gedeone nel contrastare le tendenze di moda)

  • La forza paradossale della debolezza (in 300 sconfiggono migliaia di nemici)

  • Fare i conti con le ombre nella costruzione di un’identità personale e di popolo (l’ingegnosa trovata delle fiaccole e la violenza fratricida causata dalla paura delle ombre)

  • Il bisogno antropologico di ricevere segni (la rugiada simbolo della congiunzione tra cielo e terra!)

  • L’ ambivalenza di una consegna etica nel rapporto tra generazioni (Ioas, Gedeone, Abimelec)

  • Il dilemma sempre attuale tra vita nomade e vita stanziale (né madianiti, né cananei…)

  • Un Dio vivente misteriosamente presente nella storia degli uomini (un dialogo intimo con sé e dentro le dinamiche storiche)

Metodologia proposta

La metodologia del bibliodramma favorisce la conoscenza di testi biblici attraverso l’esplorazione delle caratteristiche dei contesti e dei personaggi. Grazie ad un clima di sperimentazione e di ascolto delle risonanze interiori e sociali dei temi e dei problemi sollevati dalle narrazioni bibliche, i partecipanti, facilitati da dinamiche attive e dal ricorso a differenti linguaggi, sono accompagnati ad elaborare sul piano esistenziale e culturale questioni che rimandano all’attualità, condividendo esperienze, punti di vista, interrogativi e scoperte.

Durata Circa 1 ora e 30 minuti.

 

 

* La partecipazione è gratuita con prenotazione obbligatoria a: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

 

 IL BIBLIODRAMMA scarica la scheda informativa

 

 

 

 

Questo sito utilizza i cookie per il corretto funzionamento delle pagine web.

Proseguendo la navigazione del sito o confermando tramite il tasto sottostante fornite il vostro consenso all'utilizzo dei cookies. Per ulteriori informazioni